Sei un buon genitore sportivo?

Sei un buon genitore sportivo?

Spread the love

Negli ultimi tempi ho letto di una città in Australia che applicava davvero leggi che sovrintendono alla condotta dei genitori ai giochi. Il comportamento anomalo merita l’espulsione dal territorio di gioco, oltre a multe. Il mio pensiero originario era: “Davvero? È essenziale?” Poi, sulla scia di considerare i nostri guardiani dei giochi americani, ho capito che gli australiani sono direttamente sul bersaglio. Abbiamo considerato i casi oltraggiosi come la situazione in Texas dove la madre del promotore della squadra ha ucciso un promotore della squadra avversaria per aumentare le probabilità della sua ragazza di “fare il gruppo”; a qualcosa di basilare come sfidare l’arbitro a una partita di baseball giovanile. Essendo nel settore dei bambini / sport, posso dire di aver visto alcuni stili educativi curiosi là fuori che gestiscono la gamma.

Operando come manager, mentore e istruttore per più di 30 anni, ho visto alcuni casi che sarebbero inconcepibili per l’individuo normale. Allo stesso modo ho visto alcuni tutori che mi hanno mostrato alcune cose su come comportarmi quando sono diventato un genitore, e cerco di copiare questi buoni esempi in modo coerente.

Gli obiettivi di un genitore decente del gioco dovrebbero essere obiettivi simili sostenuti da un mentore decente; costruire l’intero concorrente. Come mentore e genitore ho cercato di insegnare ai miei figli la stima e l’etica del modello, mi sono concentrato sulla creazione del personaggio. In effetti, ovviamente come mentore, mi piace molto la possibilità di vincere; tuttavia, come afferma nel nostro manuale del gruppo Gymfinity, “quando il premio è una priorità più alta del sorriso, a quel punto non ci sarà alcun metodo evidente per vincere”.

I tutori sportivi hanno un lavoro vitale, senza di loro, e senza che facciano il loro “lavoro” il lavoro del mentore risulta essere quasi inimmaginabile. Per prima cosa, un genitore dovrebbe dare al concorrente; questo non è semplicemente portare il bambino al centro ricreativo, ma dare un bambino preparato al gioco. Per spiegare, che ne dici di confrontare i concorrenti con i veicoli da corsa: i veicoli hanno bisogno di grandi parti, ottimo carburante e un guidatore decente. In realtà come i bambini hanno bisogno di un corpo solido (veicolo), con un regime alimentare decente di cibo, riposo e altri fissaggi diversi (carburante) proprio come un cervello stabile e decente (il loro guidatore) per comprendere il “come”, ma il “perché” della loro azione. Senza il veicolo da corsa adatto come un violino, il mentore non ha nulla con cui lavorare.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.