Sport e rivoluzione russa

Sport e rivoluzione russa

Spread the love

“Gli individui si divideranno in” parti “sull’argomento di un altro mostruoso canale, o sulla dispersione delle sorgenti del deserto nel Sahara (esisterà anche una simile indagine), sulle linee guida del clima e dell’ambiente, su un altro teatro, su speculazioni composte, più di due propensioni contendenti nella musica e su un miglior arrangiamento di sport “.

– Leon Trotsky, Letteratura e rivoluzione

Verso l’inizio del 20 ° secolo lo sport non aveva prosperato in Russia allo stesso modo come in nazioni come la Gran Bretagna. La maggior parte della popolazione russa era costituita da lavoratori, che trascorrevano ore ogni giorno in un lavoro agricolo travolgente. Il tempo di rilassamento era difficile da ottenere e sorprendentemente quindi le persone erano spesso esaurite dal loro lavoro. Ovviamente le persone giocavano in ogni caso, partecipando a giochi abituali come il lapta (come il baseball) e il gorodki (un incontro di bowling). Una spolverata di club sportivi esisteva nelle aree urbane più grandi, tuttavia rimasero la protezione della cittadinanza più stravagante. L’hockey su ghiaccio stava cominciando a prendere piede e le classi più elitarie della società erano attaccate alla scherma e al paddle, utilizzando hardware costoso che la stragrande maggioranza non avrebbe mai avuto la possibilità di gestire.

Nel 1917 la rivoluzione russa fece il giro del mondo, suscitando un enorme numero di individui con la sua visione di un pubblico generale basato sulla forza d’animo e sulla soddisfazione dei bisogni umani. Nel processo ha rilasciato un’esplosione di innovazione nella lavorazione, nella musica, nei versi e nella scrittura. Ha contattato ogni aspetto della vita delle persone, compresi i giochi a cui hanno giocato. Il gioco, in ogni caso, era molto lontano dall’essere un bisogno. I bolscevichi, che avevano guidato i disordini, furono sfidati con conflitti comuni, attacchi militari, grande fame e flagello del tifo. La resistenza, non il rilassamento, era la cosa di cui occuparsi. In ogni caso, durante i primi anni ’20, prima che le fantasie della trasformazione fossero schiacciate da Stalin, la discussione su una “migliore organizzazione di sport” che Trotsky aveva previsto si è effettivamente verificata. Due degli incontri per trattare l’argomento della “cultura attuale” sono stati gli igienisti e i Proletkultists.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.